damigelle sposa quello che c'è da sapere

Damigelle della Sposa: tutto quello che c’è da sapere

Quando una futura sposa riceve la proposta di matrimonio una delle prime reazioni è quella di condividere la fantastica notizia con la famiglia e con le migliori amiche.

Gli amici sono la famiglia che ognuno sceglie nel corso della propria vita: è più che comprensibile, quindi, riservare a queste figure un posto d’onore in uno degli eventi più importanti della propria vita, ovvero il giorno del proprio matrimonio.

Le damigelle sono le ancelle che accompagnano la sposa all’altare, affiancandola in uno dei momenti più emozionanti della sua vita.

damigelle della sposa
La sposa sceglie le damigelle tra le sue amiche e i suoi affetti più cari.

Le origini della figura della damigella

La figura della damigella risale all’antico Egitto e nasce dall’esigenza di tutelare la sposa dall’attacco degli spiriti maligni. Durante il giorno del matrimonio, la sposa veniva accompagnata dalla sua ancella che era vestita allo stesso modo per distrarre gli spiriti e impedire che questi si impossessassero della sua anima.

Nel corso della storia, questa tradizione ha mutato notevolmente il suo significato diventando l’espressione di uno status sociale: il numero delle damigelle di cui la sposa si attorniava simboleggiava il suo stato economico.

Attualmente, la tradizione delle damigelle è decisamente consolidata negli Usa e in Inghilterra ed è sempre più diffusa anche in Italia.

La damigella d’onore

Nel nostro Paese le damigelle della sposa talvolta sono bambine che, durante la cerimonia, cospargono di petali il percorso che conduce all’altare sorreggendole il velo. Altrettanto ricorrente è la scelta di una coppia di bambini, un maschietto e una femminuccia, per portare le fedi all’altare durante il rito dello scambio degli anelli.

La tradizione delle damigelle adulte, per quel che riguarda lo scenario italiano, ha trovato terreno fertile prendendo spunto dalla tradizione angloamericana. La sposa sceglie le damigelle che la accompagneranno all’altare e tra di loro compare la damigella d’onore, che spesso è la testimone.

Come scegliere le damigelle

Scegliere le damigelle è abbastanza semplice, poiché si tratta di amiche o parenti che sono figure di riferimento per la sposa.

La tradizione vuole che la sposa scelga le damigelle, fino a un massimo di 8, e che tra queste ci sia la damigella d’onore. Sempre secondo la tradizione, queste dovrebbe trattarsi di donne nubili.

Per quanto riguarda la scelta di damigelle baby e di paggetti, è consigliabile scegliere solo una coppia o al massimo due coppie.

L’abito delle damigelle

Gli abiti delle damigelle vengono scelti dalla sposa. I modelli degli abiti possono differenziarsi leggermente tra loro ma devono essere tutti dello stesso colore.

La scelta dell’abito delle damigelle solitamente è riservata alla sposa. Nel caso in cui le damigelle siano bambine, l’abito scelto sarà simile a quello della sposa e ne riprenderà lo stile. Anche nel caso del paggetto l’abito sarà ispirato a quello dello sposo.

Quando le damigelle prescelte sono adulte, la scelta dell’abito richiede un’attenta valutazione.

L’abito delle damigelle non può ovviamente essere dello stesso colore dell’abito della sposa, ma deve essere ispirato ai colori del tema generale del matrimonio.
In genere, per gli abiti delle damigelle sono predilette le nuance pastello, i colori molto chiari oppure polverosi.

Per quanto riguarda lo stile dell’abito, è consigliabile optare per un taglio lineare e sobrio anche se, come detto in precedenza molto dipenderà dal tema generale del matrimonio.

Come dicevamo, gli abiti delle damigelle sono scelti dalla sposa. È molto importante tenere presente che ogni damigella ha un fisico differente, quindi sarà necessario valutare tagli e tessuti in grado di valorizzare la silhouette di tutte le damigelle, facendole sentire a proprio agio.

Scegliere un unico modello che vada bene per tutte, però, sarebbe davvero complicato: per questo motivo gli abiti delle damigelle possono differenziarsi tra loro per taglio e per modello.

Il colore, invece, è unico e fa da fil rouge tra i diversi abiti.

Il bouquet delle damigelle

Anche per le damigelle è previsto un bouquet.

Per le damigelle, come per la sposa, è previsto un piccolo bouquet. I modelli consigliati sono quello classico e il bouquet da polso.

Il bon ton per le damigelle

Le damigelle sono figure attive in varie fasi del matrimonio: sia nel corso del grande giorno, sia durante la fase di programmazione dell’intero evento. Il giorno del matrimonio le damigelle sono tra le prime ad arrivare a casa della sposa, aiutandola ad indossare l’abito e gli accessori. Come un dolce sostegno, queste hanno il compito di accompagnare la sposa durante questo nuovo percorso della sua vita.

“Sono contenta che voi siate qui” disse la futura sposa “ne avevo proprio bisogno”.

Alle damigelle vengono riservate alcune mansioni speciali, tra cui l’organizzazione dell’addio al nubilato e l’esecuzione di piccole attività per semplificare l’organizzazione del matrimonio alla sposa.

Vediamo insieme alcune regole che le damigelle devono seguire minuziosamente durante il rito matrimoniale:

  • Spetta a loro aprire il corteo nunziale
  • Se sono meno di tre è consigliabile l’ingresso in fila indiana
  • Se sono in numero pari allora entreranno in coppia
  • Se sono in numero dispari sarà una di loro ad aprire il corteo, a cui seguiranno le altre in coppia
  • Dopo il corteo, dovranno sistemarsi ai lati dei testimoni di nozze o nei banchi tra gli invitati
  • La damigella d’onore dovrà aiutare la sposa nella distribuzione delle bomboniere