Bon ton, galateo della sposa

Bon ton della sposa, tutto quello che c’è da sapere

Essere una sposa impeccabile non significa soltanto avere un look perfetto il giorno del grande evento, ma anche aderire ad un’etichetta comportamentale elegante che si ispiri alle buone maniere.

L’eleganza e le buone maniere non invecchiano mai: sono queste a fare di una futura sposa la regina indiscussa dell’evento.

La tradizione e la letteratura, in tema di matrimoni, aiutano la sposa ad evitare di commettere gaffe. Il bon ton della sposa comprende alcuni comportamenti che al giorno d’oggi potrebbero essere considerati poco rilevanti, ma che in realtà non passano mai di moda.

Le partecipazioni

Gli inviti sono un elemento fondamentale nella fase di organizzazione del matrimonio poiché annunciano agli ospiti, in via ufficiale, il grande evento.

Inviare le partecipazioni di matrimonio almeno 3 mesi prima del wedding day è una delle prime regole del galateo della sposa. In questo modo gli invitati avranno tutto il tempo di organizzarsi al meglio per partecipare al grande giorno.

Abito da sposa e accessori, tra tradizione e bon ton

Bon ton abito da sposa
Una delle regole ferree del bon ton della sposa è quella di avere le spalle coperte nel corso della cerimonia religiosa

La scelta dell’abito da sposa, nonché degli accessori annessi, dovrebbero seguire delle regole non scritte di stile e di eleganza.

Secondo le usanze caratteristiche del matrimonio all’italiana,  la sposa dovrebbe indossare alcuni elementi dalla potente carica simbolica e affettiva: qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di blu, qualcosa di prestato, e così via.

I gioielli dovrebbero essere discreti ed eleganti. Il galateo della sposa consiglia di evitare il coordinato (bracciale, collana e orecchini), limitandosi ad indossare due pezzi al massimo, per non rischiare di esagerare.

Inoltre, una delle regole ferree del bon ton della sposa è quella di coprire le spalle nel corso della cerimonia religiosa: a tal fine possono essere usati coprispalle, mantelle e romantici bolerini.

Nel caso in cui il matrimonio si celebri unicamente con il rito civile, il tailleur è una scelta semplice ed elegante, a prova di galateo.

Make-up naturale

Bon Ton make-up sposa
Il make-up da sposa dovrebbe essere semplice ma d’effetto, in grado di esaltare la naturale bellezza della sposa

Anche la scelta del trucco da sposa dovrebbe rispettare alcune regole di bon ton, in primis quella di elogiare la naturalezza e la semplicità della sposa. Le tendenze di make-up sposa attuali sottolineano al massimo questo concetto.

É importante ricordare che ad ogni momento della giornata si addice una tipologia di trucco e che, generalmente, il make-up può essere leggermente più carico nelle ore serali.

Il bouquet da sposa

Bon ton bouquet da sposa
I fiori per il bouquet vengono scelti dalla sposa

Secondo la tradizione, l’arrivo a casa della sposa del bouquet da parte dello sposo inaugura l’inizio dell’evento. La scelta dei fiori che compongono il meraviglioso dono, però, spetta però alla sposa.

Il bouquet e la sposa sono inseparabili durante l’intero arco dell’evento e, per questo motivo, questo deve essere in tema con l’abito nuziale e con lo stile scelto per le nozze. Se volete avere un’idea dei fiori da scegliere per comporre un bouquet perfetto, vi consigliamo di dare un’occhiata qui.

Il lancio del bouquet è come un giro di roulette… una palla d’avorio che designerà la prossima sposa

L’arrivo della sposa, ritardo sì ma non troppo

L’arrivo della sposa, nella mente di tutti noi, è inevitabilmente associato a una parola: ritardo.

Se, da un lato, l’attesa della sposa aiuta a creare la giusta atmosfera, dall’altro è bene ricordare che il ritardo deve essere contenuto. Un eccessivo ritardo, infatti, potrebbe sembrare ineducato e far innervosire gli ospiti.

L’attesa è mezza sorpresa!

Per quanto riguarda il mezzo di trasporto, la sposa dovrebbe arrivare in auto, seduta sul sedile posteriore al lato destro, in compagnia del padre (o di chi ne fa le veci).

Il rito d’ingresso della sposa

Bon ton ingresso della sposa
Lo sguardo della sposa, durante la marcia nuziale, dovrebbe essere alto e rivolto verso l’altare, a fissare lo sposo

Una volta arrivata nel luogo dove si svolge la cerimonia, la sposa attende che sia l’accompagnatore ad aprirle lo sportello destro per scendere dall’auto. A questo punto, stringendo il braccio sinistro del suo accompagnatore, varca la soglia della Chiesa. Da qui ha inizio l’emozionante cammino fino all’altare: la cosiddetta marcia nuziale.

Il galateo vuole che la sposa, nel corso di questo breve cammino, assuma un portamento regale.

Lo sguardo della sposa dovrebbe essere sempre alto e rivolto verso l’altare, a fissare lo sposo. Il passo dovrebbe essere lento ma deciso, in modo da permettere agli ospiti di ammirare la bellezza della sposa.

Attenzione rivolta gli invitati

Nel corso del ricevimento di matrimonio, la sposa è considerata come la padrona di casa. Osservare le buone maniere significa assicurarsi del benessere degli invitati: girare per i tavoli, ringraziare gli ospiti e dedicare del tempo a ognuno di loro è essenziale secondo le regole del bon ton della sposa.

A suggellare il ricevimento matrimoniale è la parola grazie, rivolta ai propri ospiti.